Verso Juventus-Inter: quando Cruz ruppe la maledizione

Articolo di
27 dicembre 2014, 18:25
julio cruz

Alla ripresa del campionato dopo la sosta natalizia il calendario riserva per i nerazzurri l’ostico impegno sul campo della Juventus in quello che è sempre il Derby d’Italia, forse la sfida più sentita di tutto il calcio italiano, una sfida dove la rivalità è sempre stata parecchio accesa e da calciopoli in poi si è arricchita di ulteriore veleno.

In previsione della partita dello Juventus Stadium è giusto ricordare alcune grandi sfide del passato perché, nonostante la trasferta di Torino non porti storicamente benissimo ai colori nerazzurri, ci sono stati dei momenti in cui la Beneamata è riuscita a rompere l’incantesimo.

Oggi vogliamo ricordare la sfida disputata al Delle Alpi il 29 novembre del 2003 e vinta dai nerazzurri con un perentorio 3-1. Era una stagione complicata per i nerazzurri, Alberto Zaccheroni era subentrato a Hector Cuper poche settimane prima, pochi giorni prima c’era stato il tracollo casalingo con l’Arsenal che aveva complicato il cammino in Champions (un 1-5 impensabile dopo lo sfavillante 3-0 dell’andata nel vecchio Highburry) e la maledizione del Delle Alpi, che in campionato non si riusciva a violare da 10 anni, sembrava troppo grande, ma alla truppa di Zaccheroni riuscì il miracolo.

Già dalle prime battute si vide che l’Inter non era impaurita e teneva testa alla Juventus di Marcello Lippi e già al 12° la sfida venne messa nei binari giusti: Julio Ricardo Cruz, uno che la Juventus la puniva spesso e volentieri, calciò una punizione potente sorprendendo Buffon sul suo palo per l’1-0 interista. La Juventus provò a reagire, ma l’Inter teneva botta e non disdegnava delle feroci puntate offensive, nella ripresa poi il trionfo. Ancora Cruz coronò una gran ripartenza col 2-0 firmato al 69°, pochi minuti dopo fu il turno di Martins che, sfruttando la sua velocità e una colossale ingenuità di Legrottaglie, mise nel sacco il pallone del 3-0. Ormai la festa nerazzurra poteva partire e quasi nessuno si accorse del 3-1 firmato da Montero nel recupero: il Delle Alpi era violato dopo 10 anni e con lo stesso risultato che si sarebbe rivisto 9 anni dopo nella prima vittoria interista allo Juventus Stadium, nato sulle fondamenta del Delle Alpi, ma questa è un’altra storia, un’altra Inter, un altra epoca.