Udinese-Inter: Balotelli, Maicon e Milito espugnano il Friuli!

Articolo di
10 dicembre 2015, 19:56
Udinese-Inter 2010

Sabato alle 20.45 andrà in scena allo stadio “Friuli” di Udine la sfida tra Udinese e Inter. Turno di campionato importante per la capolista della Serie A, che con un risultato utile potrebbe guadagnare terreno sulle inseguitrici, nel frattempo impegnate a scontrarsi tra di loro (Napoli-Roma e Juventus-Fiorentina). Nell’attesa dell’imminente scontro riviviamo le emozioni di un match mozzafiato tra bianconeri e nerazzurri

CORREVA L’ANNO… – Era il 28 febbraio 2010, l’anno in cui l’Inter di Mourinho dettava legge in Italia e in Europa. I nerazzurri – reduci dalla vittoria in Champions League sul Chelsea – si presentano a Udine in formazione rimaneggiata, tra infortunati e squalificati di lusso. Inoltre in panchina non siede il portoghese (squalificato anche lui, tanto per cambiare), ma Beppe Baresi. Scelte dunque obbligate per i nerazzurri, che si presentano con Thiago Motta (preferito a Materazzi) al centro della difesa insieme a Lucio. In mezzo al campo Mariga – alla sua prima da titolare – fa coppia con Stankovic. Davanti c’è il solito Milito, supportato da Sneijder, Balotelli e Pandev. I friulani, che hanno da poco affidato la panchina a Marino, si presentano con Handanovic in porta, Cuadrado e Inler a centrocampo e in attacco Di Natale, Sanchez e Pepe.

INIZIO SPRINT – La partita inizia subito forte e vede l’Inter Campione d’Italia in carica andare sotto dopo appena due minuti di gioco. A firmare il vantaggio per i friulani è Pepe, innescato da un assist perfetto di Di Natale. Quattro minuti dopo Maicon cerca e trova Balotelli, che dalla trequarti sigla la rete dell’1-1 con una sassata di destro che non lascia scampo al futuro portiere nerazzurro Handanovic. La partita è tutt’altro che scontata e registra continui ribaltamenti da una parte all’altra, fino a quando i nerazzurri trovano il vantaggio con un’azione tutta di prima: Maicon innesca Milito, che si porta a spasso la difesa dell’Udinese e mette in mezzo per Pandev, il quale a sua volta manda in porta proprio il numero 13 brasiliano, che con un tiro al volo di destro buca la porta friulana. Azione fantastica e gol capolavoro. L’Udinese non è mai doma, ma è ancora una volta la squadra dello Special One a trovare la via del gol con l’infallibile Principe Milito, che colpisce di testa su un cross dalla sinistra di un Balotelli particolarmente ispirato. L’argentino sale a quota 15 gol e tallona proprio il friulano Di Natale, primo nella classifica cannonieri.

ASSALTO BIANCONERO – Nella ripresa l’Udinese torna in campo agguerrita e determinata a recuperare lo svantaggio, e poco dopo trova infatti la rete con la quale accorcia le distanze. L’arbitro Bergonzi assegna un calcio di punizione dal limite ai friulani, sulla traiettoria Balotelli allarga il braccio e viene dunque fischiato il penalty. Dagli undici metri Di Natale non ha alcun problema a battere Julio Cesar. Dopo qualche sussulto dell’Inter, sono i bianconeri a tenere il pallino del gioco. L’estremo difensore nerazzurro viene prima graziato da un impreciso Cuadrado – che a due passi dalla porta manda la palla fuori -, poi però sale in cattedra e vieta il pareggio ai friulani, respingendo un mancino velenoso di Pepe. Risultato in bilico fino all’ultimissimo minuto di recupero, quando Inler calcia un destro dal limite dell’area che si impenna sulla traversa grazie alla provvidenziale deviazione di Stankovic. L’emozionante sfida tra Udinese e Inter si conclude dunque sul 2-3 per i nerazzurri, che tornano così alla vittoria dopo aver collezionato tre pareggi e respingono l’assalto delle inseguitrici.

Di seguito tutte le emozioni della sfida nel video appartenente al profilo YouTube di Francesco Ippolito, che ne detiene tutti i diritti.