Tremolada: “All’Inter anni bellissimi, che emozione Mourinho”

Articolo di
4 ottobre 2016, 23:20
Luca Tremolada

Il centrocampista della Virtus Entella, Luca Tremolada, è stato intervistato per il sito di Gianluca Di Marzio. Grande spazio ai suoi esordi con l’Inter, dove non ha collezionato nessuna presenza ufficiale con la prima squadra ma ha giocato varie amichevoli ed è stato protagonista nel settore giovanile.

INIZIO DI CARRIERA«All’Inter ho trascorso anni bellissimi, facendo tutta la trafila delle giovanili fino alla prima squadra. Non dimenticherò mai la prima convocazione in Champions League a sedici anni a Cipro contro l’Anorthosis e la tournée in Indonesia con Andrea Stramaccioni, dove addirittura segnai. Sono ancora molto amico di Luca Caldirola e seguo tutti gli altri miei ex compagni: voglio cercare di riprenderli visto che giocano quasi tutti in Serie A e io negli ultimi tempi mi sono un po’ perso. Lo spogliatoio della prima squadra l’ho vissuto poco ma era uno spettacolo incredibile: ovunque ti giravi eri circondato da campioni. E poi il fascino di José Mourinho era indiscutibile: lui era il padrone di tutto. Che emozione sentir pronunciare il proprio nome da lui durante la prima amichevole con loro. C’erano giocatori come Joel Obi, Mattia Destro e Caldirola che erano più nel giro rispetto a me. Quel che è certo però è che ero considerato un giocatore di qualità, in me vedeva qualcosa di speciale. Sicuramente i piedi buoni non mi sono mai mancati. Quando lasciai l’Inter non riuscii ad esprimermi al massimo soprattutto per colpa mia: sai, quando vieni dall’Inter magari il tuo approccio è sbagliato, pensi sia tutto dovuto, non hai la mentalità giusta».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.

Riccardo Spignesi

Studente (ancora per poco) all’Università Statale di Milano. Redattore anche per SpazioCalcio.it e BetClic, estremamente fissato con il calcio.