Pazza Inter e Siena al tappeto: decide Samuel centravanti

Articolo di
9 gennaio 2016, 13:06

Il 9 gennaio del 2010 l’Inter di José Mourinho conquistò tre punti d’oro nell’ultima giornata di andata di campionato sconfiggendo 4-3 il Siena in un’incredibile partita risolta solo nel finale da Samuel “inventato” centravanti: riviviamola assieme

Esattamente 9 anni fa l’Inter chiuse il girone d’andata del campionato 2009/10 ospitando al Giuseppe Meazza il Siena. Sembrava potesse essere una formalità per la corazzata di José Mourinho contro i toscani ultimi in classifica, ma non fu affatto così, il Siena giocò una partita incredibile (e nessuno all’epoca poteva prevedere che la storia si sarebbe ripetuta mesi dopo all’ultima giornata, quando l’Inter dovette faticare non poco in casa del Siena già retrocesso per potersi aggiudicare lo scudetto) e solo nel finale di una gara incredibile, da “Pazza Inter”, i nerazzurri poterono incamerare tre punti preziosissimi.

GELO AL MEAZZA- Era una notte fredda al Giuseppe Meazza e la temperatura si abbassò ulteriormente quando Maccarone scagliò un gran sinistro da fuori area portando il Siena in vantaggio. Era appena il 18° minuto e sicuramente nessuno si aspettava una partenza così, ma come spesso accadeva in quella stagione magica a risolvere tutto sembrò pensarci Diego Milito: il bomber argentino, raccolto un gran lancio in profondità di Sneijder, scagliò un violento destro sul secondo palo pareggiando il conto. Al 36° minuto ci pensò direttamente Sneijder con la specialità della casa, il calcio di punizione, a completare la rimonta portando l’Inter sul 2-1, tutto finito quindi? Nemmeno per sogno, perché prima dell’intervallo Albin Ekdal riportò la partita in parità.

INCREDIBILE SECONDO TEMPO- La ripresa si aprì inevitabilmente con l’Inter alla ricerca del vantaggio perduto ma incredibilmente si ritrovò di nuovo sotto grazie a un’altra rete di Maccarone. Col Siena in vantaggio per 3-2 e coi minuti che passavano, sembrava prendere forma l’incubo della prima sconfitta casalinga della gestione Mourinho, ma i più pessimisti non avevano fatto i conti con la proverbiale “pazzia” interista e con l’immenso carattere di quella squadra. Siamo all’88° e Wesley Sneijder sta per battere un calcio di punizione in posizione centrale, a 35 metri circa dalla porta difesa da Curci: impossibile per tutti, o quasi, non per l’olandese, non in quella stagione. Il destro del numero 10 è una saetta che sbatte sul palo e si infila in rete, 3-3 e tutto un recupero da giocare con Mourinho che ordina l’assalto finale, sposta Walter Samuel dal suo fortino della difesa e lo manda in attacco ed è proprio il difensore argentino a incendiare il Meazza con un’azione degna del più navigato dei centravanti: si posizione sulla linea dei difensori del Siena, raccoglie sul filo del fuorigioco un filtrante di Pandev e scaglia in rete il pallone del 4-3 con un sinistro secco a spiazzare Curci, Giuseppe Meazza in delirio, Inter in delirio, Mourinho esulta come se il gol l’avesse fatto lui, Samuel si toglie la maglia e rimane a torso nudo nel gelo del Meazza. Finisce così, con l’Inter che conquista 3 punti preziosissimi e da un’ulteriore dimostrazione della sua forza in quella stagione magica, non a caso conclusa con il Triplete.

Riviviamo le emozioni di quella notte nel video postato su youtube dal canale 1908interpersempre’s channel

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE