Julio Cruz: “L’Inter sta lavorando bene”

Articolo di
30 aprile 2015, 15:03
cruz

El Crack Deportivo ha intervistato un ex grande protagonista della recente storia nerazzurra: Julio Ricardo Cruz. L’attaccante argentino ha appeso le scarpette al chiodo da 5 anni e, a pochi giorni dal Superclassico di Argentina, fa il paragone con il derby della Madonnina.

BESTIA NERA – El Jardinero, o più semplicemente, Julio Ricardo Cruz. Molte volte, soprattutto in un calcio variopinto e bucolico come quello argentino, nel soprannome c’è tutto. Cruz vestì la maglia nerazzurra dal 2003 al 2009, 129 partite e 49 gol. Era fondamentale il giardiniere, un dodicesimo uomo di cui non si poteva fare a meno. Della sua attitudine ad entrare e sbrogliare la matassa se ne sono accorti tutti gli allenatori che si sono seduti sulla panchina di San Siro: da Cuper a Zaccheroni, da Mancini a Mourinho, nel momento del bisogno c’era sempre la carta argentina. Ma i tifosi nerazzurri non dimenticheranno mai il suo istinto letale contro la Juventus, una bestia nera, li puniva sempre lui.

DERBY A CONFRONTO – Ora Cruz è lontano dai campi di gioco e il calcio lo guarda da fuori. Tra poco ci sarà “El Superclassico” di di Argentina, Boca-River. El Jardinero è un ex, avendo vestito da maglia dei millionarios. L’ex attaccante nerazzurro mette a confronto il derby di Buenos Aires con quello di Milano: “Sono partite che si vivono per tutta la settimana, ho giocato molti Inter-Milan però non si sente come questo derby, che invece inizia a giocarsi nella testa della gente molte settimane prima. Il Superclasico è qualcosa di speciale, anche da fuori ho notato che riscuote interesse in tutto il mondo”. 

MOMENTO NO – “All’Inter non si stanno facendo le cose a dovere per questioni economiche. Il calcio italiano è sceso di livello rispetto agli anni passati”.

Facebooktwittergoogle_plusmail