Ince: “Andai all’Inter senza scegliere, devastante addio United”

Articolo di
14 ottobre 2016, 21:57
Ince

Paul Ince – ex centrocampista dell’Inter e al momento allenatore senza panchina -, intervistato dal blog inglese Paddy Power, torna sul traumatico addio all’Inghilterra per approdare a Milano alla corte di Moratti, diventando presto un idolo anche per i tifosi nerazzurri

Idolo ovunque sia andato, sebbene per qualcuno sia stato un “traditore”, Paul Ince rivela un aneddoto del suo improvviso arrivo in Italia nell’estate ’95: «Ho trascorso sei fantastici anni al Manchester United e ho dato tutto per i tifosi: erano sempre magnifici con me. Non ho giocato sempre bene, ma mettevo sangue, sudore e tutto me stesso in campo per loro. Quando ho lasciato lo United non è stata una mia decisione: stavo negoziando un contratto di quattro anni, c’era Sir Alex Ferguson, ma la società volle vendermi all’Inter. Per me fu devastante andar via».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.