Gilberto: “Con l’Inter andò tutto male. Spogliatoio difficile”

Articolo di
16 novembre 2016, 14:35
Gilberto

L’ex terzino sinistro Gilberto è tornato sulla sua fallimentare esperienza all’Inter nel corso di un’intervista a UOL, sottolineando i tanti problemi all’interno dello spogliatoio che portarono la squadra a concludere la stagione 1998/99 all’ottavo posto.

ESPERIENZA COMPLICATA – «Nel 1999 ho avuto la possibilità di andare all’Inter ma non mi sono adattato all’Italia e la mia esperienza andò molto male. Non so perché andò così, fisicamente stavo bene e la lingua non mi sembrava un grande problema ma arrivai a metà stagione in un momento in cui la squadra stava andando male. Ronaldo giocava ma non stava bene e poi c’era gente come Zamorano, Roberto Baggio, Pagliuca e il capitano della nazionale olandese Winter; tanta gente a cui piaceva attirare l’attenzione su di sé, basti pensare alla decisione da parte di Zamorano di giocare con la maglia 1+8 dopo che decisero di dare la 9 a Ronaldo…un modo per far capire che la 9 in realtà era sua. Arrivai con questo clima, con me c’era anche Ze Elias che mi disse di rimanere accanto a lui perché l’Inter aveva appena perso con il Bologna e nello spogliatoio stavano tutti litigando e gridando e io non ci capivo nulla. Le cose non andavano bene, perdevamo troppe partite e questo ha creato confusione. Mi ricordo che all’allenatore di quel periodo, Mircea Lucescu, piacevano molto i brasiliani ma non ha funzionato».