Di Biagio: “5 maggio? Potevamo vincere prima, ma gli arbitri…”

Articolo di
10 settembre 2016, 09:04
di biagio

In una lunga intervista per il “Corriere dello Sport”, l’ex nerazzurro e attuale CT dell’Under 21 Di Biagio ha ricordato il suo passaggio all’Inter e soprattutto il 5 maggio 2002, affermando che quel campionato poteva essere vinto prima

PASSAGGIO ALL’INTER – «Quando capii che la mia stagione alla Roma stava finendo, mi resi conto che era meglio cambiare aria. Oriali fece l’operazione e mi trovai all’Inter. Era una squadra stellare, quella che si andava formando. Basti pensare alla coppia d’attacco con Vieri e quello che per me è stato il più grande calciatore degli ultimi venti anni: Ronaldo. Se fosse stato meglio fisicamente e avesse giocato di più avremmo vinto tutto. Davvero un “fenomeno”».

5 MAGGIO INSIPIEGABILE – «Ancora soffro per il 2002. Volevo vincere lo scudetto nella mia città. E avevo segnato anche il gol del due a uno. Poi tutto crollò, nessuno sa perché. La Lazio fece la sua parte ma noi ci liquefacemmo. Per uno dei misteri del calcio, successe così. Avevamo dominato il campionato e potevamo chiuderlo prima se strane decisioni arbitrali non ci avessero costretto a giocarci tutto all’Olimpico. Quel gol mi aveva fatto andare alle stelle, ma non servì, poi fu un tracollo inspiegabile».

Facebooktwittergoogle_plusmail