Cruz: “Non lasciai l’Inter per Mourinho. Ecco il reale motivo”

Articolo di
28 maggio 2015, 19:16
julio cruz

Julio Ricardo Cruz è sicuramente uno dei giocatori degli ultimi anni ad essere più amato dai tifosi nerazzurri. Un giocatore che ha sempre fatto parlare il campo e non ha mai criticato nessun allenatore. Ora che la sua carriera è terminata continua a comportarsi da professionista.

MOTIVI PERSONALI – Julio Ricardo Cruz, intervistato dal “Guerin Sportivo” è tornato sulla sua ultima stagione nerazzurra che è coincisa con la prima di José Mourinho sulla panchina nerazzurra, ovvero la stagione 2008/2009. Ecco le sue parole su quell’annata e sui motivi che hanno portato al suo passaggio alla Lazio nella stagione successiva: «Non ho mai amato o odiato nessun allenatore, per me il calcio è sempre stato un lavoro e di conseguenza ho cercato di viverlo in modo professionale. Mourinho è una persona strana, ma non voglio criticarlo perché è un vincente e chi vince ha sempre ragione. Posso dire che quando ci sono stati problemi tra noi due non mi sono mai sentito solo, ho sempre avuto l’appoggio del presidente e dei tifosi. Quando nel 2009 decisi di andare via,anche Moratti mi chiese fosse via del rapporto col tecnico. Mi disse:” Guarda Julio che gli allenatori passano, spero non sia questo il problema”. Ma non era così, c’erano motivi personali, avevo voglia di provare una nuova sfida».