C’è Inter-Juventus, la partita in cui ci vorrebbe “el jardinero”

Articolo di
14 maggio 2015, 20:21
Cruz

Sabato c’è Inter-Juventus e quando un tifoso interista pensa alla sfida contro i bianconeri pensa inevitabilmente al “jardinero” Julio Ricardo Cruz, uno che contro i bianconeri vedeva spesso la porta.

Sabato alle 18 il Giuseppe Meazza si vestirà a festa per Inter-Juventus. Tra le due squadre quella ad avere maggiori motivazioni per vincere è senza dubbio l’Inter, desiderosa di 3 punti per il prestigio e per continuare la rincorsa all’Europa League, ma nemmeno i bianconeri vorranno lasciare la vittoria agli eterni rivali nonostante lo scudetto sia già in cassaforte, motivo per cui sarà battaglia vera, il tipo di sfida in cui i tifosi nerazzurri sentono irrimediabilmente la mancanza di Julio Ricardo Cruz.

Il particolare feeling tra l’ex attaccante argentino e la porta della Juventus parte da lontano, dal 1997 quando Cruz giocava nel Feyenoord e trovò sulla sua strada la Juventus in una gara di Champions League: gli olandesi trionfarono 2-0 con una doppietta dell’attaccante argentino. L’arrivo in Italia per vestire la maglia del Bologna gli permise di trovare di nuovo la Juventus sulla sua strada e nel 2003 la Juventus strappò un pareggio per 2-2 al Dall’Ara, dopo essere stata in svantaggio per 2-0: chi aveva aperto le marcature? Proprio lui, Cruz.

L’acquisto da parte dell’Inter permise all’attaccante argentino di aumentare considerevolmente il suo bottino di reti alla Juventus e il 29 novembre del 2003 il jardinero rifilò un’altra doppietta alla Juventus nella vittoria ottenuta per 3-1 al Delle Alpi dall’Inter di Zaccheroni. Passa un anno e l’Inter espugna ancora il Delle Alpi, questa volta 1-0, e anche in questo caso a metterla nel sacco fu Cruz. Scoppia calciopoli, per un anno le strade di Cruz e della Juventus non si incrociano, ma quando questo accade la risposta dell’argentino è sempre la stessa: 4 novembre 2007, Juventus e Inter si affrontano per la prima volta dopo calciopoli e dopo il ritorno in A dei bianconeri e all’Olimpico di Torino finisce 1-1, a segnare per l’Inter è ancora Cruz. Passano poche settimane e le due grandi rivali si ritrovano in Coppa Italia e il “jardinero” è implacabile come suo solito: doppietta nel 2-2 del Giuseppe Meazza nella gara d’andata, cartellino timbrato anche nella vittoria per 3-2 a Torino del ritorno, nella gara che vide nascere la stella di Mario Balotelli.

Julio Ricardo Cruz, attaccante sempre sottovalutato dai grandi palcoscenici internazionali, amava fare gol e amava farli soprattutto alla Juventus. L’Inter e gli interisti lo rimpiangono ancora anche per questo, oltre che per la sua grande professionalità, il suo lato umano e il suo essere sempre decisivo in qualsiasi contesto. Sabato all’Inter servirebbe un Cruz e chissà che non lo possa trovare in Mauro Icardi, uno che con Cruz condivide il numero di maglia, la nazionalità argentina e una certa propensione a fare gol contro la Juventus.