Casarin: “Facchetti come Garrincha! Volevano coinvolgerlo…”

Articolo di
3 settembre 2016, 22:59
casarin

Paolo Casarin – ex arbitro – durante la presentazione della graphic novel intitolata “Il rumore non fa gol” presso il Teatro “La cucina” parla di Facchetti, dopo il figlio Gianfelice, Moratti, Suarez e Bergomi

ESEMPIO DI LEALTA’ – Avendolo arbitrato più volte con la sua Inter, Paolo Casarin non può non avere un ricordo eccezionale di lui: «Ho conosciuto Giacinto Facchetti e ho trovato che lui, facendo il calciatore, abbia fatto storia, come Garrincha e quei campioni che costituiscono il Pantheon di questo meraviglioso sport. Ho conosciuto l’uomo durante una commissione FIFA, ho visto un uomo sincero, leale. L’ho visto protestare per un gol fatto clamorosamente di mano, per quella che era una topica clamorosa. Rosso in viso chiese solo: “Perché?”. Negli ultimi anni hanno provato a coinvolgerlo in cose che non potevano aver a che fare con una persona come lui. Mi piace ribadirlo sempre in tutte le sedi possibili».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.