Burdisso: “Moratti il mio miglior presidente. Samuel un mito”

Articolo di
13 gennaio 2017, 14:35
burdisso

Nel corso di una lunga intervista concessa a “La Roma 24″ il capitano del Genoa Nicolas Burdisso ha parlato anche della sua esperienza all’Inter soffermandosi in particolare su Massimo Moratti e Walter Samuel.

MIGLIOR PRESIDENTE – «Devo dire Moratti. Potrei dire anche Maurizio Macri che ora è presidente in Argentina. Ma anche Rossella Sensi che aveva promesso e poi mantenuto, o anche Preziosi, che è un presidente con cui mi confronto ogni settimana e mi sorprende per quanto sa di calcio. Ma dico Moratti, che in un momento difficile come è stata la malattia di mia figlia ha saputo dire: ‘tu ora non puoi giocare a calcio, torna a casa tua’. Lo devo assolutamente dire, perché oltre alla persona, c’è questo gesto che è unico».

MIGLIOR COMPAGNO – «Walter Samuel. Per me è stato un mito. Quando ero bambino e vedevo lui iniziare in under 20, nel Newell’s, nel Boca lo ammiravo anche per carpirne qualcosa. Poi quando sono salito in prima squadra nel Boca lui era lì, abbiamo vinto insieme la Libertadores ed io ero un ragazzino, gli lucidavo le scarpe, (ride, ndr). Poi ho seguito la sua crescita in Europa, quindi ci siamo ritrovati all’Inter, dove abbiamo vinto tanto, e in nazionale. Tante ore insieme, in stanza insieme. Lui è un personaggio che si fa assolutamente voler bene: un leader silenzioso. Se devo dire un personaggio nel calcio dico senza dubbio Walter».