Bergomi: “Matthäus sempre positivo. Boninsegna e Zanetti…”

Articolo di
16 marzo 2018, 22:41

L’ex difensore e capitano dell’Inter Giuseppe Bergomi, intervenuto a “Sky Sport”, ha parlato di alcuni grandi nerazzurri del passato raccontando anche qualche retroscena. Queste le sue parole riportate da “Calciomercato.com”

CAMPIONI – «Meazza faceva già le cose che fanno i giocatori di ora, era già avanti rispetto al calcio che rappresentava. Tecnicamente era un giocatore superiore. Boninsegna era amato dalla gente perché incarnava lo spirito del combattente: non mollava mai, si lanciava su tutti i palloni, faceva gol in acrobazia e giocava con il cuore. Aveva l’Inter dentro».

RETROSCENA – «Matthäus era sempre positivo. Una volta a Belgrado eravamo sotto 1-0 e lui mi disse ‘faccio gol io, non preoccuparti’. Fece davvero così: questo era Lothar Matthäus. Zanetti? Durante il primo possesso palla in allenamento vidi un un ragazzo che non ne perdeva mai una e mi chiesi da dove arrivasse».