12 maggio 1965: l’Inter di Herrera schianta il Liverpool!

Articolo di
12 maggio 2015, 08:49
inter

Sono passati esattamente 50 anni dalla notte europea nerazzurra più carica di significato. Un’impresa leggendaria quella notte a San Siro davanti ad un pubblico accorso in massa per sostenere la Grande Inter di Herrera in una rimonta che pareva impossibile e invece venne realizzata dai giocatori nerazzurri contro il Liverpool. Riviviamo qualche episodio tratto dal sito “ilnerazzurro.it”:

CLIMA – San Siro doveva presentarsi come una bolgia infernale per i giocatori del Liverpool. Per fare questo era necessario raggiungere con ogni mezzo il cuore degli interisti in modo da trasformare la loro passione in un calore tale da frantumare il coraggio e la tempra della squadra inglese. A quell’epoca non valeva il goal doppio in trasferta. La sconfitta per 3 a 1 a Liverpool esigeva, quindi, un secco 3 a 0 da parte dell’Inter per passare in finale. 70.000 spettatori accorrono a San Siro tutto esaurito.

PARTITA8 minuti e l’Inter è in vantaggio con Mariolino Corso con una delle sue proverbiali punizioni “a foglia morta”! Dopo due minuti Peirò, con un gesto di astuzia feroce, attende che il portiere inglese faccia cadere la palla a terra e gliela sottrae insaccando il 2 a 0. San Siro inizia a credere alla rimonta! Lo stadio è un’autentica arena in cui gli inglesi dominano e noi ci difendiamo con accortezza aspettando il momento buono per colpire.

FACCHETTIAl 17esimo della ripresa il capolavoro di Giacinto Facchetti: macina tutto il campo prima di ricevere un pallone da Corso al limite dell’area di rigore inglese: la sua parabola fortissima non lascia scampo a Lawrence. 3 a 0, siamo in finale di Coppa Campioni per il secondo anno consecutivo! Finale che si disputerà a Milano per scrivere ancora una volta la storia del calcio.

50 anni sono passati, gli obbiettivi sono diversi ma la passione per i colori nerazzurri è immutata. Siamo pronti per nuove avventure!